Senza Filtro A.I.P.M

 “Se rispetta 'o cane p'o padrone”
 “You must respect the dog for his owner”

Arrangiatevi!!!

Un altro duro colpo è stato inferto alla popolazione giovanile di Cervinara. L’altro giorno, come tutti del resto, mi sono recato al Pont’ o Campo e guardandomi attorno, subito mi sono accorto che qualcosa non andava, ma non riuscivo a capire cosa. Intorno a me si erano creati i soliti gruppetti di ragazzi che parlottavano fra di loro.
‘Secondo me hanno fatto bene…’, diceva uno ‘…così è più bello!’.
‘Ma sei scemo!..’, urlava l’ altro ‘…come faremo adesso!’.

Non riuscivo a raccapezzarmi, cosa diavolo era mai successo per suscitare un così acceso dibattito? Ad un tratto capii.
Stavano discutendo del fatto che erano state ‘amputate’ le siepi che circondavano la Villa Comunale.
Tutti sanno che da anni la Villa è meta delle coppiette, che si rifugiano tra i suoi viali alla ricerca di un po’ di privacy; è un posto vicino e abbastanza scuro grazie a coloro che a suo tempo pensarono bene che un incremento del numero dei lampioni avrebbe causato un malcontento generale. Dicevamo che tale luogo è facilmente raggiungibile da quei ragazzi che, ancora sprovvisti di patente, sono impossibilitati a servirsi di importanti mezzi di trasposto come l’automobile per appartarsi con la propria metà. C’è da dire inoltre che la Villa in questione è un luogo molto sicuro, lontano da potenziali malintenzionati, perchè situata al centro del paese e quindi più pratico se messo in confronto alla zona detta ‘industriale’.
Infatti ancora mi chiedo cosa ci sia di industriale lì.
E’ probabile che si sia pensato di tenere occupati i giovani col passatempo a loro più congeniale mentre si cercavano industriali che portassero posti di lavoro nelle nostre zone. Bah!

Dove andrà allora l’adolescente cervinarese fornito di quei soli mezzi di locomozione che sono le proprie gambe?
C’è da dire che tale atto, inoltre, ha messo in pericolo anche la privacy di coloro che si recavano lì a fumare una bella sigaretta, e sottolineo sigaretta, lontano da occhi indiscreti che potessero fare in modo che di tale vizio, ritenuto ancora privilegio di persone di una certa età, potessero essere informati genitori e parenti di vario grado, facendo diventare un cattivo ragazzo il soggetto che magari cercava di rilassarsi.

Cosa dirvi ragazzi: ‘Arrangiatevi!!!’