Senza Filtro A.I.P.M

 “Quanno 'o riavolo t'accarezza, vo' l'anima”
 “When the devil caress you, he wants your soul”

Stasera in tivvù

Venti di passioni, provenienti dal Nord, interessano l’area geografica cervinarese. Soffiano incessantemente, nella nostra provincia. E’ scoppiata, praticamente, la voglia di ‘freschezza’.
Sarà l’aria, la noia del solito tran tran, o gli infiniti episodi della ‘soap’ più profumata del momento, giunta alla (3778)3 puntata, sta di fatto che Cervinara è diventato il paese più caldo della valle, e noi ‘beautiful’ cittadini siamo visti un po’ come Casanova, e un po’ come dei cervi.

Il sexygate comunale è stato uno dei primi episodi di libidine pubblica, classica scena da soap: lei che entra nel suo ufficio, e con la scusa di farsi aggiustare il vestito, se lo toglie.
Si è poi passati all’insospettabile casalinga dalla doppia personalità, serie ‘Dr. Jekyll e Mr. Hide’, elegante di giorno e selvaggia di notte. Insomma, tutti quelli che dicono che a Cervinara non succede mai niente, dovranno ricredersi.

Personalmente credo che tutti questi ‘movimenti’ siano presenti ovunque; ogni paese e ogni città ha le sue passioni proibite, ma la cosa che mi dà più fastidio è come viene affrontato l’argomento. Si cerca di stupire gli interlocutori, tirando in ballo nomi sempre nuovi, o inventandosi scene piccanti, frutto di una fantasia sicuramente ‘ad alto rischio’.

Alcuni, addirittura, si sono improvvisati i ‘Derrick’ della situazione, informandosi su tutte le donne di Cervinara che lavorano a Napoli, per trovare spunti da arricchire man mano.

Infine, però una cosa va detta: molto meglio una situazione alla Beautiful, che i tentacoli della ‘Piovra’.
Ma questo è un altro film, meno divertente.