Senza Filtro A.I.P.M

 “Viecchio è chi more prima”
 “Oldest is who dies before”

Numero 01

Il primo numero

|

Il primo numero di Senza Filtro fu realizzato da Antonio Albarelli, Claudio Simeone ed Alessandro Esposito, nella fase più intensa dell’attività di creazione del Centro Sociale Impronte, e di questa fase è testimonianza. Per il resto ci sono alcuni racconti e poesie che danno subito una chiara idea di quello che passa per la testa […]

Beoni!

|

Ssstt. Attenti! Bisogna parlare a bassa voce. Omologazione, stasi, finzione: ora e sempre. Aspettare l’occasione per coglierla; un treno che non è passato mai. Ed invece no! E’ bastato aprire il lucchetto di un cancello e varcarlo, il lento cigolio dell’inferriata arrugginita ha aperto il passo alle nostre idee. Di polvere dentro ce n’era tanta, […]

Che Pasqua ci vogliamo fare?

|

Credo che molte persone, come sempre, non abbiano capito niente. Del resto non è così semplice capire le ragioni per cui a Cervinara, in un paese dove non c’è mai stato niente e dove non si è fatto mai niente, c’è finalmente uno spazio per i giovani, libero da qualsiasi vincolo partitico, ispirato soltanto dalla […]

A meno che…

|

Anni fa un militante comunista, durante un congresso, chiedeva ad un dirigente di prestigio cosa fosse il centralismo democratico. Risposta: “Tu sei libero di dire e di fare tutto ciò che io decido”.

Fantasmi

|

Una notte a New Orleans due giovani scesero al fiume per cacciare oche. Mentre remavano sulle acque fangose, improvvisamente scese la nebbia. L’aria era calma e silenziosa. Tutto a un tratto udirono delle grida di guerra e pensarono: “Saranno dei soldati in missione”. Fuggirono sulla riva e trovarono rifugio dietro un vecchio tronco d’albero. Udirono […]

Apocalisse

|

Immense distese di vergini terre ove prima si udiva il canto del vento trapassare gli alberi in fiore, giacciono ora nel silenzio dei giorni di morto. Il cielo solcato da ferite inguaribili, vomita stille di acido blu su pianure divenute lunari. Il mare si è inabissato nell’atroce dolore delle sue tumultuose onde che vanno a […]

Semplicemente

|

Prima, vi parlo di quando ero più giovane, mi sentivo molto stupido, insicuro. Più tardi, anni dopo, mi sono sentito intelligente, meglio degli altri. Poi ancora insicurezza… Ora io ho dei veri amici. Rubando un pezzettino di ognuno di loro, oggi non mi sento né stupido, né intelligente. Mi sento semplicemente uomo.

Il bosco degli uomini

|

Viviamo in un’epoca in cui la devastazione dell’ordine naturale ha assunto dimensioni mastodontiche. Essa è iniziata nel momento in cui c’è stato un uomo che non ha seguito, o per scelta o per forza maggiore, la sua strada naturale: quella che è scritta dentro di lui fin dalla nascita, nel suo codice genetico.

Cronache alcoliche

|

Ormai era chiaro che dopo un anno e 4 mesi la situazione non era cambiata per niente. All’epoca Mario aveva 17 anni ed era ancora innamorato di Iolanda. E non c’era un cazzo da fare. Si era messo il cuore in pace e aveva deciso che di lei non voleva più saperne. Ritornò a frequentare […]

Una serata come le altre

|

Era di nuovo sabato sera. Un altro sabato sera da passare con gli amici trascinandosi per il corso, incontrando sempre le stesse facce e rivoltando sempre gli stessi discorsi con le stesse parole. Roberto si era stufato. Da anni ormai trascorreva i suoi sabato sera allo stesso modo e forse sotto sotto gli piaceva pure […]