Senza Filtro A.I.P.M

 “Girati 'e faccia, ca 'e culo te saccio”
 “Turn on you face, I just know your ass.”

Racconti

Spegni la televisione

|

“Spegni la televisione. Smetti di torturare le tue notti insonni con i film d’autore e le ragazze dei telefoni erotici. Stacca la spina del Computer. Se non dormi diventerai cretino. E soprattutto esci, incontra la gente reale” Luca sentiva queste parole, sempre più fievoli, sempre più supplichevoli, risuonargli nella testa, mentre al mattino si scrollava […]

Non sparate sui pianisti

|

Eh sì sì, impiegato, impiegato. Volevo fare il pianista, sì, il pianista e cosa mi tocca fare? L’impiegato – parola generica, che non significa niente e significa molto. Caro maestro, lei sì che è fortunato; sognavo sale gremite, e poi grandi mani che caratterizzavano il mio essere grande: ancora adesso quando sono seduto al cesso […]

Il diavolo custode

|

There must be some way out of here, said the joker to the thief there’s too much confusion, I can’t get no relief – UEEALLORACCHECCCAZZOVUOI ? Mi chiamano dalla base e devo rientrare. Questo qui di fronte a me vuole qualcosa. Vuole che io ordini – UN HARVEY WALLBANGER! E cerco di ritornare a Hendrix, […]

Storia di uno iettatore

|

Che fossi uno iettatore era la cosa più assurda che le mie orecchie potessero udire e quanto mai la storia più bizzarra ed assurda cui potessi pensare. Eppure… Io sono, o forse è meglio dire ero, un razionale, un epicureo e nel modo più assoluto posso o potevo credere a delle sciocche ed ignoranti superstizioni. […]

Iri e il regno del silenzio

|

Una notte al mattino si riflesse. Lo specchio cantava, inorridito, il volto di Iri: gonfiore accerchiava i suoi occhi e controllo si imponeva per i suoi ricordi. Triste era l’immagine, nonché inaspettata. Cupo e rimbombante si prestava il battito, quasi volesse far sentire sfacciatamente la sua presenza. Lunghi erano i capelli, e belli e lucenti […]

Le ali della libertà

|

Era una di quelle sere in cui Diane non aveva voglia di fare assolutamente nulla, aveva deciso di restare in famiglia, magari a guardare un bel film. Erano questi i suoi programmi di quel lontano agosto 1988, aveva già infilato il pigiama, era sdraiata sul divano a fare zapping quando lo squillo del telefono la […]

Una mattina

|

Si alzò di scatto e gettò un’occhiata alla sveglia: l’una. Com’era possibile? Alle nove avrebbe dovuto sostenere il colloquio di maturità, era il primo. E adesso che fare? Si precipitò in cucina e non vi trovò nessuno, tutto era stranamente silenzioso ed in perfetto ordine. Si vestì in fretta e dopo mezz’ora era in strada: […]

Harold e Nelson, la fine

|

Durante una delle nostre riunioni di redazione, precisamente quella di martedì scorso, ci è giunta la notizia della morte di due nostri collaboratori. Harold e Nelson sono stati trovati carbonizzati. La tragedia si è consumata nella notte tra lunedì e martedì. Alcuni di noi, lasciata la redazione, hanno raggiunto la locale stazione dei Carabinieri per […]

Harold e Nelson alla rassegna rock

|

Erano le cinque e mezza. Harold entrò nel bar quando Nelson era già al suo secondo whiskey con ghiaccio. Il bar era dannatamente affollato. – Cosa diavolo succede, Nelson? Che cazzo ci fa tutta questa gente qui davanti?” – Tom, il solito per il mio amico, veloce. Non sapevi niente, Harold? Oggi c’è un concerto. […]

Tears from the stars

|

Si sedette alla scrivania che per tanto era appartenuta a lei. Gli sembrava che ancora il velluto verde dei cuscini portasse impressa la forma del suo corpo. Nello studio, completamente inondato dalla luce del pallido sole ottobrino, si sentiva prepotentemente l’odore della donna che vi era stata regina. Chiuse gli occhi un istante e gli […]